Giuseppe "Joseph" Lechi

Giuseppe_Lechi

(Aspes, 5 dicembre 1766 – Montirone, 9 agosto 1836)

Generale, giacobino e patriota italiano. Diventa capitano dell’esercito austriaco, ma nel 1797 organizza la rivoluzione di Brescia pro Napoleone; combatte a Marengo e dal 1801 con Murat. Massone, si unisce ai patrioti per l’indipendenza d’Italia. Partecipa alla campagna di Spagna, diventa governatore di Barcellona, cade in disgrazia sotto l’accusa di abusi e malversazione, ma viene inviato a Napoli con Murat. Il 31 gennaio 1814 Giuseppe è governatore della Toscana e in questa veste consegna Livorno agli Inglesi nel corso del tentativo di Murat di ottenere una pace separata con l’Austria. Nel 1815 è sempre al fianco di Murat nella sua ultima disperata resistenza contro gli austriaci nella Battaglia di Tolentino (2-3 maggio 1815).

Catturato, rifiuta di giurare fedeltà al nuovo regime asburgico e rimane in carcere a Lubiana fino al 1818. Liberato, si stabilisce nella villa di famiglia a Montirone presso Brescia e si sposa con Eleonora, figlia del Pari di Francia Simeon. Muore di colera a Montirone nel 1836.