Johann Maria Frimont, conte di Palota e principe di Antrodoco

frimont

(Finstingen 1759-Vienna 1831)

Partecipò alle guerre contro Napoleone. Dopo il Trattato di Parigi del 1814, divenne Governatore Militare di Magonza e nel 1815 divenne comandante in capo delle armate austriache in Italia, con le quali combatté dapprima Murat e dove fu sostituito dal generale Bianchi, ed invase la Francia arrivando dall’Alta Savoia fino a Lione, dove entrò l’11 luglio, mentre altre truppe austro-sarde sotto il suo comando combattevano in Savoia, in Provenza e nel Delfinato. Restò in Francia con il suo esercito per alcuni anni, finché non fu mandato nel 1819 a Venezia. Nel 1821 comandò l’esercito che vinse i costituzionali di Napoli e ristabilì sul trono Ferdinando I; ebbe il titolo di principe di Antrodoco e una dotazione. Successe (1825) al Bubna nelle funzioni di governatore generale del Lombardo-Veneto; fu (1831) presidente del Consiglio supremo di guerra dell’impero austroungarico. Pochi mesi dopo morì.